RELAZIONE CIVIDALE 2004

  Graziella Dragoni   Set 29, 2016   Sport e benessere   Commenti disabilitati su RELAZIONE CIVIDALE 2004

Dott.ssa Graziella Dragoni

Pedagogia a indirizzo psicologico – Psicopedagogia dello Sport

Via Cocchi, 5 – Villanova di Bagnacavallo (RA)

Tel. 054549709 – Cell. 3337209582

dragoni.gra@gmail.comwww.corpomente.it

 

   Agosto 2004          Oggetto: Scuola di ciclismo Young Liquigas

 

CONSIDERAZIONI GENERALI

In bicicletta

La Scuola di Ciclismo Young è rivolta ai giovani che desiderano trascorrere una vacanza abbinata allo sport della bicicletta.

Le attività principali sono le uscite giornaliere in bicicletta dei ragazzi accompagnati e assistiti da adulti, durante le quali si “insegnano” sul campo i comportamenti base dello sport del ciclismo e le norme di sicurezza.

Le esperienze in pista, ove disponibile, consolidano la tecnica, usufruendo di una struttura che permette l’insegnamento e l’apprendimento, nonché la ripetizione di esercizi con la massima tranquillità e in ambiente protetto.

Durante la settimana del camp i ragazzi sono impegnati a turno e individualmente nelle visite mediche, nei test valutazionali, nelle prove comportamentali.

Il dopo bicicletta

Il programma illustrato impegna solo una parte della giornata e della settimana, per cui sono programmati anche i momenti del Tempo Libero dalla bicicletta, momenti che rappresentano la parte più consistente del soggiorno.

Preponderante è l’aspetto ludico, che tiene conto dei ritmi e dei tempi individuali, con proposte di giochi, passatempi, attività collettive, momenti di relax.

Ma poiché è una vita di comunità, la libertà di ciascuno va contenuta con il rispetto di alcune semplici regole: orari, comportamento in camera e a tavola, socializzazione…

La struttura che ospita la Scuola

Per garantire lo svolgimento del programma, risulta determinante l’assetto logistico: la struttura alberghiera che ospita la scuola deve offrire un’ampia scelta di spazi e di attrezzature che favoriscano le attività inerenti il ciclismo e il dopo bicicletta, che chiamiamo del Tempo Libero, per proporre ai ragazzi momenti di svago libero individuali e momenti di giochi collettivi finalizzati (tornei, gare).

A questi scopi, è importate poter usufruire, fra l’altro, di:

una piscina, con orari di accesso riservati alla scuola;

uno spiazzo per il gioco libero, con palla o altro;

un campo da calcetto;

tavoli da pingpong per piccoli tornei;

canestri per tiri liberi;

rete per pallavolo;

una sala per giochi da tavolo;

una palestra o uno spazio per gli esercizi di relax;

una sala comune per TV e Play Station…

 

INTERVENTO COME PSICOPEDAGOGISTA DELLO SPORT

 

La figura dello Psicopedagogista dello Sport nella Scuola di Ciclismo Young è importante, in quanto esperto di problemi dei giovani in età evolutiva.

La finalità dell’intervento è la formazione integrale della persona che fa sport, non solo dal punto di vista tecnico e tattico, ma anche sui versanti psicologico e morale.

 

Nel caso specifico della Scuola di ciclismo Young, i punti salienti della mia partecipazione sono individuabili in diversi momenti della giornata e in vari settori:

 

Vigilanza attenta (e spesso “invisibile”) per cogliere esigenze ed eventuali disagi dei ragazzi;

Presenza costante nei vari momenti della giornata, compreso la sera e… la notte;

Punto di riferimento per la soluzione di problemi anche pratici dei ragazzi ;

Ruolo di confidente, soprattutto per gli adolescenti (maschi e femmine), garantendo la massima discrezione;

Incontri-discussioni a tema con i ragazzi sui valori dell’attività sportiva (motivazione, lealtà, cooperazione, autorealizzazione, rispetto dell’altro…);

Preparazione Mentale – Tecniche di Respirazione, Rilassamento, Autostima, Soluzione di ansia da prestazione, ecc.

Questionari e test su aspetti psicologici inerenti lo sport: attenzione, concentrazione, coping., problemsolving, decisionalità, ecc.

Incontri individuali con genitori per approfondimenti e casi particolari, all’inizio e al termine della settimana (molto richiesti);

Incontri con lo staff per la definizione degli obiettivi generali e specifici e per gli strumenti di analisi della S.I. (Situazione Iniziale);

Situazione finale di verifica con lo staff (S.F.) sul raggiungimento degli obiettivi prefissati e sull’andamento della scuola.

 

RELAZIONE SULL’ATTIVITA’ NELLA SCUOLA DI CICLISMO YOUNG

CIVIDALE DEL FRIULI (1-7 AGOSTO 2004)

 

A Cividale sono stati presenti 31 ragazzi dai 10 ai 14 anni, 5 femmine e 26 maschi, provenienti da diverse parti d’Italia, quasi tutti organizzati in squadre, e quindi già amici, tranne 4 isolati (di cui 3 accompagnati durante il soggiorno dai genitori).

I più giovani sono nati nel 1994; i grandi sono del 1989/90. Ho tenuto conto della diversità di interessi rispetto all’età: i primi hanno cercato momenti di tranquillità e quindi sono spesso rimasti con me a fare disegni e a parlare; con i grandi abbiamo affrontato anche problemi personali in riunioni “segrete” nelle camere; con le femmine si è instaurato un rapporto di grande confidenza e intimità (mi scrivono e mi cercano anche a casa).

Tutti i ragazzi, indipendentemente dall’età, hanno aderito di buon grado alle mie proposte nei momenti di relax per eseguire test, fare disegni, rispondere a questionari, discutere su temi e parlare.

 

Gli strumenti utilizzati principalmente sono:

Scheda di autopresentazione, con la quale si rilevano diversi aspetti:

i dati tecnici del ragazzo (nascita, categoria sportiva);

l’andamento degli allenamenti e delle gare;

la presenza e il grado di ansia nel pre-durante-post gara;

le motivazioni per l’attività sportiva;

il percorso scolastico;

l’atteggiamento e le regole dell’alimentazione;

gli interessi verso altri sport;

gli interessi durante il Tempo Libero.

(La compilazione della scheda permette la conoscenza più approfondita del ragazzo, l’offerta di spunti di riflessione e di conversazione, la verifica del grado di autonomia, oltre che a stabilire un rapporto di amicizia, di stima e di confidenza.)

 

Test di personalità per individuare eventuali disagi latenti.

Prove di concentrazione e di memoria.

Esercizi di respirazione e di Preparazione mentale per lo sport.

Disegni liberi e su attività svolte durante la giornata.

 

NOTE PER LA VERIFICA DOPO CIVIDALE

 

Assegnazione delle camere e relativi trasferimenti: da effettuare all’arrivo e una volta per tutte.

 

Fissare regole precise per il comportamento a tavola: non consentire l’entrata e l’uscita alla spicciolata nella e dalla sala da pranzo. Menù giornaliero esposto.

 

Fissare e far conoscere ai ragazzi gli orari del silenzio in camera per il riposo pomeridiano e alla notte (dalle ore… alle ore…).

 

Accettazione delle attività programmate e dei rispettivi orari, ma anche disponibilità agli adeguamenti necessari (flessibilità nella programmazione).

 

Mettere in programma anche le Prove per Vincere con la Mente svolte da me.

 

Riservare uno spazio anche per il gli Esercizi per il Relax (saper respirare e rilassarsi, vincere l’ansia, ecc.)

Comments are closed.